lunedì 9 marzo 2015

Polpettine di cavolo fiore

Il cavolo fiore è una di quelle cose che puoi solo amare o odiare, difficile una via di mezzo.
Nella rapida ricetta sotto può diventare molto piacevole.
Io la faccio dopo che abbiamo mangiato a cena o pranzo  questa verdura cotta e non saprei cosa farne dell'avanzo, improponibile una seconda volta.

Per cca 150/200 gr di cavolo fiore serve
1 uovo, non è obbligatorio
Pan grattato
Una patata lessata o dei ceci o fagiolini già cotti 
Prezzemolo tritato finemente
Sale , pepe, zenzero secco, noce moscata o un dente di aglio gratuggiato.

Schiacciare il cavolfiore insieme alla patata con una forchetta fino ad ottenere un impasto. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, per l'ultimo il pane grattato, sarà lui a dare la consistenza finale del'impasto. Se  risulta troppo duro, con un pò di latte, anche vegetale, si può correggere fino alla consistenza giusta.
Aggiungere anche  del grana grattugiato se vi piace.

L'impasto deve risultare morbido facile da modellare con le mani. Passarle prima in un poco di farina o pan gratatto e frigere in padella antiaderente.



Friggere in padella solo per dorare perché gli ingredienti erano già cotti prima.

Sono ottimi per accompagnare il piatto di quinoa e catalogna! Anche da aggiunge al sugo di pomodoro, alla fine cottura, se si fanno a palline, per un bel piatto di pasta.
Direi un rapido modo di eliminare il cavolo fiore avanzato....